Settore SAPR

Desa Unmanned

La divisione Unmanned di Desa nasce nel 2014 a seguito della richiesta di fornitura di Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR) al Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).
Desa è in grado di fornire supporto totale sui sistemi SAPR partendo dalla definizione dei requisiti tecnici e normativi, passando per la progettazione delle aerostrutture e dei sistemi di bordo, assicurando la funzionalità e la sicurezza durante le operazioni di volo.
L'eccellenza della divisione Unmanned di Desa risiede nella capacità di progettare SAPR di Peso Massimo a Decollo fino a 150 Kg, rispettando le normative vigenti in ambito sicurezza aerea; una volta stabiliti i requisiti inizia la fase di progettazione affrontando tutti gli aspetti industriali e tecnologici che sono il bagaglio culturale e professionale di Desà:

  • Avanprogetto
  • Analisi delle prestazioni in volo
  • Progettazione CAD
  • Aeronavigabilità e certificazione
  • Analisi strutturale
  • Aerodinamica
  • Definizione campagna test
  • Avionica e sistemi di controllo del volo
  • Documentazione tecnica
  • Gestione della missione

PROGRAMMA HD-150

Il programma HD-150, sviluppato in collaborazione col CNR, prevede la progettazione di un aeromobile a pilotaggio remoto (SAPR) con capacità di atterraggio e decollo verticale.
Il velivolo risponde ai requisiti europei in ambito di progettazione velivoli a pilotaggio remoto ed include una serie di innovazioni tecnologiche che lo pongono ai vertici della sua categoria.
L'architettura di HD-150 lo rende molto flessibile all'impiego di diversi tipi di payloads, garantendo alte prestazioni in termini di autonomia, manovrabilità, sicurezza in volo e silenziosità.
Durante le fasi di missione il velivolo rimane in contatto con la stazione di controllo a terra (GCS-Ground Control Station), ma in caso di perdita di comunicazione si attivano procedure di sicurezza che garantiscono il rientro dell'elicottero in autonomia alla base di partenza.
Anche in caso di perdita motore HD-150 è in grado di procedere ad un atterraggio di emergenza in autorotazione allo scopo di preservare sia la macchina che i sensori di missione installati a bordo.

2-1-min

3-2-min

1-1-min

Dimensioni
Parametro Unit di misura Valore
Lunghezza fusoliera [m] 4,385
Lunghezza fuori tutto [m] 5,418
Altezza fuori tutto [m] 1,6

Pesi
Parametro Unità di misura Valore
Peso massimo al decollo [Kg] 150
Peso a vuoto (stimato) [Kg] 90
Massimo peso carico pagante (stimato) [Kg] 50
Capacità serbatoio [l] 38

Prestazioni
Parametro Unità di misura Valore
Velocità massima [m/s] 53
Velocità di maggior autonomia [m/s] 37
Velocità di massima autonomia oraria [m/s] 28
Massima autonomia oraria [h] 8
Autonomia [Km] 900

ROTORE PRINCIPALE

Il rotore principale di HD-150 è di tipo tripala articolato con pale realizzate in materiale composito, questa architettura consente una notevole manovrabilità e controllabilità anche durante manovre a fattore di carico prossimo a zero.

ROTORE DI CODA

La configurazione del rotore di coda è di tipo intubato, la scelta di questa soluzione ha i seguenti vantaggi:

  • Migliori prestazioni in volo grazie all'eliminazione della presenza della deriva all'interno del tubo di flusso del rotore
  • Minore rumorosità in volo grazie alla riduzione dell'interferenza con il flusso proveniente dal rotore principale
  • Maggiore sicurezza durante le operazioni a terra con rotore in movimento
  • Carrello di atterraggio

CARRELLO DI ATTERRAGGIO

Il carrello di atterraggio è realizzato in lega metallica ed assicura una elevata protezione al velivolo ed ai sensori di bordo durante un atterraggio pesante.

MOTORE

L'unità propulsiva di HD-150 è un motore certificato EASA a combustione interna con un favorevole rapporto peso potenza. Questo motore può utilizzare sia AVGAS che benzina verde, consentendo il rifornimento sia all'interno che all'esterno di zone aeroportuali.